Come illuminare casa: idee e consigli pratici

Come illuminare casa: idee e consigli pratici

Ultimo aggiornamento: 10 Giugno, 2021

Ti stai chiedendo come illuminare casa? In questo articolo troverai idee e consigli pratici per dare luce alla casa in modo funzionale, senza commettere errori.

Sapere come illuminare casa è importante sotto diversi punti di vista. Ogni ambiente ha bisogno di un tipo di luce particolare. Una corretta illuminazione, quindi, è un elemento importante per un buon utilizzo degli spazi.

Ogni ambiente ha bisogno della giusta valutazione. Per questo, i corpi illuminanti scelti dovranno essere selezionati in base alle attività svolte in quegli spazi. Inoltre, è utile valutare altri fattori ambientali: dimensioni e colore delle stanze sono variabili da non trascurare.

Per questo, improvvisare è sconsigliato. Il rischio è, infatti, quello di ottenere uno scarso risultato finale, rovinando sia l’estetica che la funzionalità. In questo articolo, affronteremo i principali aspetti di base da considerare per la corretta illuminazione della casa.

Cosa significa illuminare casa

Illuminare casa significa vestire di luce la tua abitazione. La luce è un elemento necessario per la nostra vita, è indispensabile per svolgere le normali attività quotidiane. Essa è, infatti, in grado di influenzare il nostro umore. Soprattutto nel caso in cui l’illuminazione naturale è poca, scegliere dei corpi illuminanti validi è fondamentale.

L’obiettivo è quello di dare la giusta quantità e qualità di luce ad ogni angolo. In questo modo si facilitano le attività quotidiane. Illuminare casa vuol dire anche agire in funzione dell’estetica, esaltando la bellezza degli spazi e dell’arredamento.

Perché è importante sapere come illuminare casa

Sapere come illuminare casa è molto importante per ottenere un valido risultato finale. Un lavoro ben pianificato e realizzato riesce a trasmettere determinate emozioni. In questo modo, avrai una casa all’altezza delle aspettative estetiche e funzionali. Con la giusta illuminazione, sarà anche più piacevole trascorrere del tempo nella tua abitazione.

Luci differenti, accostate in un modo piuttosto che un altro, possono creare stimoli sensoriali molto diversi. Alcune tipologie di illuminazione, ad esempio, possono creare atmosfere rilassanti, romantiche e molto accoglienti.

Questo accade, spesso, con l’illuminazione del soggiorno o con quella dalla camera da letto. In questi ambienti si possono realizzare giochi di luci ed ombre, che danno vita ad un’atmosfera molto raccolta.

In altri casi, invece, si può creare un’illuminazione più intensa. Una luce di questo tipo risulta magari meno emozionante, ma consente di concentrarsi meglio sulle attività che si svolgono normalmente in quella stanza. Possiamo prendere come esempio la cucina, la sala da pranzo o lo studio, dove si è soliti lavorare e svolgere, quindi, attività in cui c’è anche bisogno di concentrazione.

Negozio di lampade per illuminare casa

L’illuminazione serve, però, anche ad altre funzioni. Essa completa l’arredamento, valorizza i mobili ed i complementi già esistenti. Gli apparecchi di illuminazione, infatti, che si tratti di lampadari, lampade da terra, lampade da tavolo, plafoniere o applique, sono ormai diventati oggetti di grande bellezza.

Questi ultimi migliorano le stanze a livello estetico. Inoltre, contribuiscono a donare uno stile inconfondibile e personale a tutta la casa. Una corretta illuminazione metterà in luce anche la personalità dei proprietari.

Si tratta di lampade e lampadari che non servono più solo a svolgere una funzione pratica, ma che diventano veri e propri complementi d’arredo di grande stile e design. Essi, infatti, sono in grado di catturare gli sguardi anche a luce spenta.

Valutare la migliore soluzione per illuminare casa

Studiare la migliore illuminazione per la casa significa, innanzitutto, capire in quali zone sistemare i punti luce. Questi ultimi, infatti, vanno distribuiti con criterio, a seconda dell’uso a cui saranno adibite le singole stanze. In seconda battuta, è necessario capire, per ogni punto luce, se è necessario un tipo di illuminazione generalizzata oppure diretta. Infine, bisogna capire quale tipologia di lampada o lampadario può servire allo scopo.

Un’illuminazione generale è studiata per illuminare l’intero ambiente. Essa serve, infatti, ad esaltare gli spazi e la suddivisione degli ambienti. In questo modo, si crea una determinata atmosfera, si possono creare le giuste alternanze tra zone illuminate e zone in ombra, dando dinamismo all’ambiente.

Un’illuminazione diretta, invece, serve a focalizzare l’attenzione su alcuni elementi della stanza, su alcuni arredi che si vogliono mettere in evidenza ed in risalto. Per spiegare meglio, pensiamo ad un’illuminazione diretta studiata per illuminare un quadro o una vetrina con oggetti da collezione.

Diciamo che, generalmente, ogni stanza necessita di un’illuminazione generale. Questa si ottiene, ad esempio, con un elemento posto a soffitto, al centro. L’illuminazione diretta, invece, serve a mettere in risalto specifici elementi.

La corretta illuminazione stanza per stanza

Gli ambienti della casa non vanno illuminati tutti allo stesso modo. Tante sono, infatti, le cose da prendere in considerazione. Pensiamo, ad esempio, all’esposizione della stanza, al colore degli arredi e delle pareti ma, soprattutto, alla funzione di ogni singola stanza.

Lampada da parete Sikrea Avanab  Lampada da terra Perenz Joker

L’illuminazione della casa è importante al pari dell’arredamento. Oggi si punta ai dettagli, per valorizzare ogni angolo. Pensa ad un ambiente piccolo: con la corretta illuminazione può sembrare più grande e spazioso.

Cucina

La cucina è l’ambiente dove si trascorre la maggior parte del tempo. Qui si cucina, si mangia, si svolgono varie attività quotidiane e, quindi, l’illuminazione deve essere ben distribuita. In particolar modo, sono da evitare zone in ombra che potrebbero trasmettere sensazioni spiacevoli.

In particolare, il tavolo dove si mangia deve essere ben illuminato. Questo è importante per creare la giusta atmosfera e per la sicurezza comune quando si maneggiano strumenti come coltelli e forbici. Per questo ambiente, è consigliato, dunque, usare luci con una buona potenza, così da favorire la giusta visuale.

La soluzione indicata è un lampadario a soffitto ed, in aggiunta, dei faretti LED.

Camera da letto

La camera da letto è un ambiente in cui è fondamentale avere una luce che favorisca il riposo. È importante, dunque, creare un ambiente rilassante, piacevole, utilizzando magari delle luci calde. L’illuminazione generale per la camera da letto è importante quando, per esempio, bisogna prendere gli indumenti dall’armadio.

In questa stanza, però, andranno applicati anche dei punti luce come applique, lampade da comodino o piantane. Queste soluzioni servono a creare la giusta atmosfera al fine di permettere attività che rilassano, come la lettura.

Cameretta dei bambini

La cameretta dei bambini è un ambiente in cui si svolgono attività diversificate, a seconda del momento della giornata. La corretta illuminazione, quindi, è molto importante. Durante la giornata, infatti, i bambini sono impegnati in questa stanza in attività come giochi e studio.

C’è, quindi, la necessità di illuminare l’ambiente con un lampadario per l’illuminazione generale. Questo, in particolare, permetterà ai bambini di svolgere le loro attività senza sforzare la vista. Oltre all’illuminazione generale, è importante distribuire dei punti di illuminazione diretta.

Puoi utilizzare, ad esempio, una lampada da appoggio sulla scrivania, per favorire le diverse attività.

Soggiorno

Il soggiorno è chiamato anche zona living ed è la stanza della casa in cui, generalmente, ci si rilassa o si accolgono gli ospiti. In questa zona ci si può dedicare ad attività piacevoli come la lettura. Qui è consigliata la luce calda, che rende l’atmosfera accogliente.

L’intensità dell’illuminazione deve essere maggiore rispetto alla camera da letto, ma non troppo elevata. Sono consigliati punti di illuminazione diretta, per esaltare particolari dell’arredamento. Puoi optare per lampade da terra o da parete ed aggiungere un’illuminazione di supporto.

Questo aiuterà qualora si volessero svolgere attività ricreative.

Ingresso

L’ingresso rappresenta un punto di passaggio della casa, è la zona che accoglie. La luce, in questo spazio, deve pertanto essere forte. In questo modo, la zona di transito verrà evidenziata e saranno esaltati eventuali elementi d’arredo.

Generalmente, per questa zona della casa vengono utilizzate lampade da soffitto o faretti a luce diretta. Puoi scegliere anche una lampada a sospensione, che renderà l’atmosfera calda ed accogliente.

Bagno

In base alla tipologia di bagno, puoi optare per una luce naturale, da 3000°K. Allo stesso modo nel caso debba occuparti dell’illuminazione di un bagno per gli ospiti. Quest’ultima, infatti, trasmetterà una sensazione di igiene e pulizia.

Negozio di lampade per illuminare casa

Anche nel bagno patronale, invece, puoi optare per una luce naturale. Questo tipo di illuminazione trasmetterà una sensazione rilassante. È opportuno, poi, utilizzare dei punti luce, ad esempio allo specchio, necessari per operazioni quali radersi o truccarsi.

In questo caso la luce naturale non altererà i colori e pertanto anche il trucco, o la tinta per capelli, risulterà fedele anche fuori dal bagno.

Giardino

Se la tua casa possiede un giardino, l’illuminazione giusta aiuterà ad esaltarne le caratteristiche. Innanzitutto, se c’è un vialetto, è opportuno posizionare corpi illuminanti per segnalare il passaggio. Per questo scopo, puoi utilizzare dei lampioncini da terra.

Per approfondire questo aspetto ti rimandiamo al nostro articolo su come illuminare il vialetto del giardino.

All’ingresso, puoi sistemare una lampada da parete. Ricorda che la luce deve essere proporzionata alla necessità: utilizzala a bassa intensità, solo per segnalare il passaggio. In questo modo potrai ridurre i costi.

Se in giardino è posizionato un gazebo oppure c’è un portico, puoi scegliere di illuminare questa zona con una luce più potente. Con questa illuminazione, potrai godere appieno dello spazio esterno anche di sera.

Quali sono le migliori lampadine da utilizzare

A questo punto, ti chiederai quali sono le migliori lampadine da utilizzare. Oggi, le lampadine LED sono la migliore scelta per vari motivi. Innanzitutto, consumano dalle sette alle nove volte meno di quelle tradizionali. In secondo luogo, disperdono meno energia e durano molto a lungo.

I vantaggi di una lampadina a LED, però, non finiscono qui. Hanno, infatti, un ampio spettro di luci ed è, quindi, possibile scegliere luci calde, fredde e colorate in base alle proprie esigenze. Utilizzando le lampadine LED rispetterai anche l’ambiente.

Esse, infatti, non contengono sostanze nocive e inquinanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *