Come scegliere i lampadari per la casa

COme scegliere i lampadari per la casa

Ultimo aggiornamento: 24 Luglio, 2021

Stai ristrutturando casa ma non sai come scegliere i lampadari? In questo articolo scopriremo cosa valutare per scegliere il giusto lampadario in base alle tue esigenze.

Come scegliere i lampadari per la casa in base alle tue esigenze? Innanzitutto, evita un acquisto impulsivo. In questo caso, rischieresti di commettere errori. Scegliere un lampadario significa valutare alcuni aspetti importanti, che ti permetteranno di fare la scelta migliore. In questo modo, non dovrai poi pentirti di un acquisto troppo avventato.

Prima di procedere all’acquisto del lampadario dovresti, quindi, valutarne le dimensioni, il materiale, lo stile e la potenza energetica. Oltre a questo, devi considerare il tipo di illuminazione (diretta oppure a diffusione). Questi sono aspetti utili ad orientare la tua scelta. Inoltre, faranno la differenza nell’ambiente in cui andrai ad installare i tuoi nuovi lampadari. Di seguito i nostri consigli per una scelta ponderata e funzionale.

Scegliere i lampadari in base alla loro grandezza

La prima cosa da fare, prima di comprare un lampadario, è studiare la grandezza della stanza in cui verrà installato. Per una stanza piccola, devi orientarti su un lampadario di piccole dimensioni. Uno troppo ingombrante, infatti, darà disturbo a livello estetico e funzionale. Per una stanza ampia, invece, potrai scegliere un lampadario più grande. Uno piccolo, infatti, non riuscirebbe ad illuminare tutto lo spazio, creando fastidiosi ed inestetici angoli bui.

Per orientarti nella scelta, quindi, parti da un elemento fondamentale: la grandezza del lampadario, rapportandolo all’ampiezza dell’ambiente che vuoi illuminare. Tendenzialmente possiamo affermare che per una stanza di circa 30mq sarà necessario scegliere un lampadario di circa 50/60cm di diametro.  Per un ambiente di 15mq, invece, la dimensione richiesta scenderà a 40cm. Ricorda, quindi, di uniformare l’ampiezza del lampadario all’area in cui verrà collocato.

La potenza d’illuminazione in relazione agli ambienti

Quando pensi a come scegliere i lampadari per la casa, devi tenere in considerazione la potenza d’illuminazione. Essa, infatti, va commisurata all’ambiente nel quale viene posto il lampadario. Esistono dei parametri che variano a seconda del tipo di stanza che si vuole illuminare. Molto dipende anche dall’effetto luminoso che si vuole creare in quell’ambiente e dal gusto personale. Per questo, è molto importante tenere presente la quantità di luce delle lampadine necessarie ai tuoi bisogni.

Negozio per scegliere i lampadari

Per calcolare il numero di lampadine e la potenza che occorrono per illuminare una stanza, bisogna prendere il considerazione l’intensità luminosa e la quantità di luce emessa. Nelle stanze piccole si avrà bisogno di una potenza minore. Al contrario, nella stanze grandi avrai bisogno di una potenza maggiore. In generale, per ambienti fino a 20mq devi considerare 15W per metro quadro. Per ambienti da 20 a 50mq, invece, è preferibile usare 20W per metro quadro.

I colori dell’ambiente influiscono sulla scelta dei lampadari

Nel momento in cui ti chiedi come scegliere i lampadari per la casa, devi tenere presente i colori dell’ambiente che andrai ad illuminare. La scelta dei colori giusti è fondamentale per creare una sensazione di armonia. È importante ricordare che più i colori sono scuri, maggiore sarà l’assorbimento di luce. Questo, ovviamente, ricadrà sulla scelta del lampadario, che dovrà avere una potenza adeguata alle necessità.

Esempi di questo genere li avremo nelle stanze dotate di un parquet in noce o di pavimenti in gres porcellanato antracite. Stessa cosa nelle stanze che utilizzano un arredamento molto scuro. Ricorda che quando si entra in una stanza, ciò che colpisce è proprio l’illuminazione. La luce, infatti, influisce molto sull’umore. La luce modifica anche la percezione degli spazi e dell’atmosfera di una stanza. Essa può enfatizzare o smorzare la carica cromatica dell’arredamento e delle pareti.

I giusti materiali di costruzione per ogni esigenza

Per quanto riguarda i materiali, puoi lasciare ampia libertà alla fantasia e al gusto personale. Devi sempre tenere conto di eventuali esigenze specifiche. Se, infatti, hai necessità di comprare lampadari per camerette, suggeriamo di acquistare modelli realizzati in materiali robusti. Essi saranno, infatti, in grado di reggere le esuberanze dei più piccoli. In genere, se li scegli all’interno degli appositi cataloghi studiati per le stanze dei bimbi, troverai tante proposte adatte alle tue esigenze.

Per conferire un tocco di personalità aggiuntivo, invece, potresti optare per applique in ceramica. Questo corpo luminoso fornirà luce funzionale e servirà a spezzare la continuità cromatica delle pareti. Il materiale caratterizza lo stile del lampadario. Vetro e cristallo sono per i lampadari classici. Ceramica e madreperla, invece, sono per le lampade rustiche. Legno e bambù sono per lampadari etnici. Infine, il metallo è per i lampadari moderni.

Scegliere la forma dei lampadari in base all’ambiente

Anche la forma del lampadario scelto non può essere casuale. Se hai necessità d’inserirlo all’interno di una stanza dai soffitti bassi, è preferibile optare per una plafoniera o per un lampadario sviluppato sul piano orizzontale. Questa tipologia di lampadario renderà più armoniosa la tua stanza. Inoltre, sarà in grado di ripristinare le giuste proporzioni, restituendo grande equilibrio all’ambiente.

Scegliere il lampadario Sikrea Osloc 2611  Scegliere il lampadario Sikrea Gretas 5 3365

Altro elemento da prendere in considerazione per scegliere il lampadario per la tua casa è lo stile. Esso andrà, infatti, coordinato con quello dell’arredamento già presente. A questo scopo, puoi valutare lampadari moderni, minimalisti, ricchi di decori, classici, rustici, etnici, realizzati in vetro di murano, con tecnica Tiffany e in tante altre forme ed espressioni. Trovare quello giusto sarà semplice: basterà visualizzarlo all’interno dell’ambiente in cui lo vuoi collocare. In questo modo, potrai comprendere velocemente se si tratta di un buon accostamento. Ogni tipologia di materiale, inoltre, avrà un effetto schermante o filtrante.

Il giusto stile per esaltare l’arredamento

Realizzare un buon progetto di illuminazione vuol dire anche valorizzare l’arredamento. Se trascuri l’importanza che la luce riveste nella quotidianità, rischierai di trovarti in situazioni spiacevoli. La corretta disposizione dei corpi illuminanti, infatti, valorizza gli spazi. Inoltre, potrai mettere in risalto i mobili ed eventuali elementi d’arredo particolari. L’illuminazione della varie stanze seguirà logiche diverse, perché ogni luogo ha la sua funzione e il suo stile di arredamento.

Il lampadario può illuminare un punto preciso, come il tavolo, la penisola della cucina. Scegli, quindi, il lampadario giusto in base allo stile e alla funzione. Per uno stile classico, puoi orientarti su lampadari in vetro di murano, ceramica, con tecnica Tiffany. Se hai uno stile più moderno, invece, scegli modelli colorati, con linee geometriche o forme arrotondate. Per le camerette, scegli forme giocose e colori vivaci, di materiali robusti e infrangibili.

Scegliere i lampadari in base all’utilizzo

Ultimo elemento importante è il tipo di uso a cui è destinato il lampadario. Nel corridoio e nel disimpegno, ad esempio, non è necessaria una luce forte e di precisione. Al contrario, in uno studio o in una cucina serve una luce più forte. In questo caso, infatti, l’illuminazione deve consentire di studiare, lavorare e cucinare nella massima sicurezza. Inoltre, è necessario poter vedere bene senza sforzare la vista.

La luce diffusa, in genere, è uniforme e illumina in modo omogeneo. Per illuminare una stanza intera, scegli diffusori di un unico colore e senza coperture. La luce direzionale, invece, illumina un punto in particolare. Questi corpi illuminanti hanno una luce focalizzata, concentrata in un punto specifico. Scegliere un lampadario diventa quindi facile, se si tengono in considerazione questi aspetti. Anche se le opzioni saranno molte, con queste accortezze sarai sempre in grado di effettuare la scelta migliore.

La tipologia di lampadina

Scegliere la tipologia di lampadina giusta è altrettanto importante. Il consiglio è di scegliere delle lampadine LED. Esse fanno tanta luce e permettono un notevole risparmio energetico. Il colore della luce, inoltre, influisce sull’atmosfera che si viene a creare.

La luce colorata va bene per un’illuminazione di atmosfera. Meglio evitarla, però, in sala da pranzo, perché altera i colori. Ricorda che la luce bianca viene distinta in base alla tonalità. Troverai, quindi, luce calda, fredda e naturale. Valuta sempre qual è l’atmosfera che vuoi creare in una stanza, prima di fare la tua scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *